Francesco Funaro CALABRIA❤️ (@vita_e_sogni)

Mi sento perso
E non intendo di strada,
Intendo che io stesso
Non mi oriento in questa vita strana.
Dicono che sono depresso
Troppo introverso
Forse lo sono un po
Dovrei essere diverso.
Diverso o di verso?
Non posso essere
Diversamente depresso,
In ogni verso
Io sembro depresso,
Ma in realtà sono solo me stesso.
Se dico che mi fa schifo il mondo
Dicono che sono depresso,
Se dico che sono stanco
Dicono che è troppo presto.
Non sono depresso
È solo il mio modo di esprimermi,
È solo il modo per sfogarmi
Quando tendo a rinchiudermi,
Mi rinchiudo in me stesso
Senza mai uscirne fuori,
Come quando stai chiuso in casa
A guardare le alluvioni,
Non esci perché lo sai che
Sotto la tempesta
non resistono tutti i fiori.
O sopravvivi o muori.
Estroverso o introverso?
Non saprei dirti
Ma entro in ogni verso
E ne esco con successo,
Esprimo ciò che mi turba
Quando fa buio pesto.
Quando dico ciò che penso
Sto sul cazzo a tutti,
Perché la verità non aiuta
Quando sai da ciò che fuggi,
Quando dico ciò che penso
Rimango sempre solo,
Ma ho imparato a nuotare
Anche nel mare più vuoto.
Che c'è?
Si ho imparato a nuotare
Ma anche a volare,
Si, soffro di vertigini
Ma ho imparato a non guardare.
Non guardo più negli occhi a nessuno
Per paura di specchiarmi,
Di vedere il mio riflesso
Nell'iride di chi può amarmi.
Non guardo negli occhi
Per non mostrare il mio vuoto,
I miei occhi color mare
Son spesso un maremoto,
Se decidi di guardarmi,
Attento, non è un gioco,
La strada del mio cuore
È "via dell'ignoto"
E sul cancello c'è scritto
"attenti, c'è l'abisso più vuoto."
Il mio numero civico
È un 8 capovolto,
Sta ad indicare l'infinito
Ovvero l'immortalità
Di un uomo già morto.
All'ingresso ho lasciato un biglietto
Con su scritto "torno presto"
Ma la gente entra ed esce spesso,
Ma una volta uscita
Non mi vedrà più lo stesso.
Ho lasciato una lettera
Con su scritto "Lo confesso,
Mi mancate, con eccesso,
Ora sono, sul mio letto,
A far compagnia, al mio riflesso."
-FRANCESCO FUNARO

Francesco Funaro CALABRIA❤️ (@vita_e_sogni)

Sai che c'è?
Pensavo a te
a quando ci siamo lasciati
A quando non eravamo più tu+me.
Ti sognavo di notte
Perdevo il controllo,
I nostri sguardi come spade incrociate
Da far invidia al resto del mondo,
Noi che del mondo eravamo l'epicentro
E dell'epicentro eravamo il mondo,
Noi che ci siam scrutati dentro
E ci siamo rimasti giorno per giorno.
Ti sognavo di notte
Ed eri stupenda,
La luna li fuori faceva da atmosfera
Non più da modella.
Tu che nel sogno non eri una stella,
Ma la galassia più bella.
Tu che non eri l'amore,
Ma eri l'amore dentro la mia guerra.
E sai che c'è?
Pensavo a te
Il giorno dell'addio
Il giorno senza alcun perché.
E mi faceva strano,
Di notte ti sognavo
La mattina ero lontano,
Tra sogni e voleri
C'è in mezzo la realtà
di chi realmente noi siamo.
Tra il tuo sorriso e il mio
C'era lo spazio di un bacio,
Tra il tuo cuore e il mio,
C'era lo spazio di un amore mai nato.
Era tutto un processo meccanico
Di notte ti sognavo
E la mattina attacchi di panico.
La notte vivevo davvero
Di giorno non sapevo dov'ero,
Tu eri in mille posti
Ma mai dove io ero.
Sai che c'è?
Ho sempre pensato a te,
Al tuo sorriso misto a lacrime
Al tuo amore senza sè.
Di giorno ti ho cercato
Non ti ho mai trovato,
Quel cielo grigio
Appassiva il mio prato,
Tu eri il mio sole
Nella tempesta del mio cuore
Sei stata l'eclissi
Tra amore e dolore.
Tra silenzio e rumore,
Tra minuti e ore,
Sei stata la realtà
In una fantasia d'amore.
Sai che c'è?
C'è che poi sei tornata
Come facessi in quel mio sogno,
C'è che ti mancavo
Come tu mancavi ad ogni mio giorno.
Eri il mio bisogno
Il desiderio del mio mondo,
Guardavo le stelle
E pensavo a te in un secondo.
Mi era tutto così pesante
Persino respirare
Senza averti attorno.
Sognavo i tuoi occhi
Come un cieco sogna i colori,
Sognavo la tua voce
Come un Sordo sogna i rumori.
Non sapevo cosa facesse più male
Se pensarti senza parlare
O sognarti senza poterti toccare. (continua nei commenti) -FRANCESCO FUNARO

Francesco Funaro CALABRIA❤️ (@vita_e_sogni)

Se dovessi scriverti ciò che sento
Non servirebbe questo inchiostro,
Se dovessi spiegarti il mio vuoto interno
Non riusciresti a darmi ascolto.
Se dovessi,
Se potessi,
Se volessi.. Se capiresti.. Se riusciresti.. È difficile spiegarti che son morto dentro,
Vive il mio corpo ma il cuore è spento,
Nella mia anima ho i fori
Per questo fa freddo,
Il mio silenzio mi urla
Ma ormai non lo sento.
È difficile spiegarti che son vivo
Ma nello stesso tempo morto,
Son risuscitato dal mio passato
Ma con il cuore rotto,
Son sopravvissuto alle sue macerie
Ma me le porto addosso.
Ho scritto "non so volare"
Mentre mi buttavo di sotto.
Se dovessi mostrarti me stesso
Non saprei da dove iniziare,
Ho mille personalità
Ed ognuna la saprei odiare.
Ho 100 sorrisi falsi
Che coprono 99 lacrime vere,
la mia prassi?
Seguire il volere.
Se potessi mostrarti il mio amore
Capiresti che sono un angelo,
Ma non so dove l'ho perso
E appaio un demone chiuso in un angolo.
Se dovessi amare
Non so da dove iniziare,
Porto delle cicatrici che
Mi hanno fatto perdere la voglia di rischiare.
Se dovessi.. Se dovessi far un elettrocardiogramma
Le mie onde avrebbero
La forma di ogni dramma,
Il colore della fiamma
Il suono di voce di mia mamma
Che mi ha reso anche nel buio
La luce di una fiamma.
Se dovessi fare un anagramma della mia vita
Non so cosa ne uscirebbe, "povero illuso" o
"amare troppo non porta a niente". Se dovessi spiegarti ciò che odio
Non riuscirei proprio a parlare,
Odio il 50%del mondo
L'altro 50% è andato a puttane.
Se dovessi spiegarti me stesso
Proviamo a star zitti e ascolta,
Il mio cuore è fermo mentre ti guardo,
Son vivo o morto stavolta? -FRANCESCO FUNARO
#frasi #aforismi #citazioni #frasitop #frasiking #frasitumblr #frasiitaliane #pensieri #frasibelle #frasedelgiorno #frasivere #amore #pensierieparole #parole #frasiamore #citazionitumblr #citazioniitaliane #frasidolci #scrivere #vita_e_sogni #poetry #poem #poet #poetsofinstagram #writersofinstagram #writing #poetsofig #writer #poetrycommunity #poems

Francesco Funaro CALABRIA❤️ (@vita_e_sogni)

Amo la notte
Non so se mi capisci,
È stata lei ad insegnarmi
A saper essere tristi.
Amo il silenzio ed ogni suo rumore
È in lui che trovai
Il mio bisogno d'amore.
Ho sempre avuto paura del sole
Soprattutto nei giorni sereni,
È lui che illumina per ore
Tutti i miei pensieri neri.
Ho sempre amato la pioggia
E l'arcobaleno all'orizzonte,
Ho sempre amato tutti
Ma con il sudore freddo sulla fronte.
Ho sempre avuto paura
Di ogni mio pensiero,
Non credo più a niente
Manco fosse vero.
E adesso vorrei rintagliare il tempo
Come fosse un ologramma
Farti vedere ogni forma
In ogni suo dramma.
Vorrei prendere quelle lancette
E spostarle a mio piacimento,
Ma per quanto possa andar all'indietro
Rimano lo stesso schifo di tempo.
Vorrei prendere del tempo
O regalare un po di tempo,
Ma sono io che avrei bisogno di tempo
Per salvarmi nel contempo.
Vorrei del tempo.. Donare un po di tempo
Ma non ho tempo e sai
Che non ho nemmeno voglia
di perder tempo.
Ho paura del tempo
Dice di essere amico
Ma ti cambia la vita come cambia il vento,
Dice che tutto guarisce
Ma ti lascia strisciare a stento.
Vorrei prendere il sole
E staccarne un pezzo,
Portartelo ogni volta
Che nulla per te ha più un prezzo.
Vorrei prendere il tuo cuore
E ricucirlo con il mio,
So benissimo che per quanti
Squarti abbiamo
Ne formeremo uno da dio.
Vorrei scriverti ti amo
Sotto casa, fuori porta.. Ma il mio amore è simpatico
Quindi non riuscirai a vederlo
Nemmeno stavolta. -FRANCESCO FUNARO
#frasi #aforismi #citazioni #frasitop #frasiking #frasitumblr #frasiitaliane #pensieri #frasibelle #frasedelgiorno #frasivere #amore #pensierieparole #parole #frasiamore #citazionitumblr #citazioniitaliane #frasidolci #scrivere #vita_e_sogni #poetry #poem #poet #poetsofinstagram #writersofinstagram #writing #poetsofig #writer #poetrycommunity #poems
More...