(@barcaalladeriva) [similar]

bibliofilìa s. f. [comp. di "biblio-" e "-filia"] - Amore del libro, come desiderio di fare raccolta di libri ed esemplari antichi o rari

(@barcaalladeriva)

"Anche l'amore s'impara" 🌺

(@barcaalladeriva)

"Qualche volta era successo davvero. Il bambino aveva visto la bambina staccarsi dal gruppo e attraversare la strada. Prima aveva accarezzato il dolore, poi si era tirata su e aveva salutato il bambino. In quei casi il bambino non sapeva mai cosa dire. Finiva sempre per parlare del suo dolore, che era l'unico argomento su cui si sentiva sicuro. Probabilmente era l'unica cosa, pensava, di cui la bambina sottile voleva parlare. Poi però tutte le volte gli altri iniziavano a chiamarla. Il bambino faceva un cenno al suo dolore e si rimettevano in marcia, lui con le mani finalmente calde dentro le tasche. Tornavano verso casa contenti. Il bambino si ripeteva in silenzio parole che lei aveva detto, e muoveva le mani nei pantaloni perché non voleva che tornassero fredde. Con quelle mani tirava fuori le chiavi. Poi entravano in casa, passavano davanti al padre e alla madre. Attraversavano il corridoio ed entravano nella camera. E se quando aveva chiuso la porta le mani erano ancora calde, voleva dire che si era salvato." 💙

(@barcaalladeriva)

"J'ai plus d'un tour du monde dans mon sac!" 🌎🌍🌏📚

Con la foto dei miei acquisti di oggi rispondo al tag della dolce @alices_book 😽

Ecco le domande: 💡Come ti chiami? Laura.
💡 Hai delle passioni oltre ai libri? Sì, principalmente la ginnastica ritmica, la musica e le serie tv.
💡Segui delle serie tv? Troppe! Nel corso dell'estate ho visto "Vikings", "The Crown", "The Handmaid's Tale", "Gomorra" e "Black Mirror".
💡Genere musicale preferito? Non ne ho uno in particolare ma ultimamente sono fissata con l'indice italiano.
💡Cantante preferito? Troppo difficile sceglierne uno!
💡Che film consigli? "Into the wild", assolutamente!
💡Liceo o università? Università. 💡Hai mai viaggiato? Sì, ma mai al di fuori dell'Europa per ora. 💡Ti piace il tuo carattere? Alcuni lati più di altri. Mi piacerebbe essere più sicura di me stessa e meno timorosa di esprimere ciò che provo. 💡Cosa diresti ai tuoi lettori? Fate ciò che vi rende felici!

Ora è il vostro turno! 😄

(@barcaalladeriva)

Questi libri per me sono molto speciali: erano di mia zia, sono tra le poche cose che ho di lei e grazie alle quali posso provare a conoscerla a modo mio 💚

Con questa foto rispondo al tag della carinissima @lacacciatricedilibri00 e a mia volta propongo di partecipare a @manu.shelfies @libridimarmo @alices_book @sfogliare.libri e @sognifuoridalcassetto 😽

Ecco le domande:
⭐️. GIRASOLE [ossessione]: libro o saga con cui sei ossessionato/a? Decisamente "Novecento" di #Baricco ⭐️. IBISCO [bellezza fugace]: libro in cui vi è un amore non ricambiato o lento a sbocciare? "Persuasione" di Jane #Austen.
⭐️. LAVANDA [diffidenza]: libro criticato negativamente ma che comunque vorresti leggere? Uno tra i libri di Elena #Ferrante.
⭐️. MARGHERITA [innocenza giovanile]: libro con protagonisti dei bambini? Sono più che altro ragazzi ma il primo che mi è venuto in mente è "Il buio oltre la siepe" di Harper #Lee.
⭐️. MIMOSA [forza e femminilità]: personaggio (anche non protagonista) dalla forte mentalità o che consideri un esempio da seguire (indicando il libro di provenienza)? Jane Eyre in "Jane Eyre" di Charlotte #Brontë.

(@barcaalladeriva)

"Il che vuol dire, in fondo, che noi anche oggi crediamo che la luna non stia per altro nel cielo, che per farci lume di notte, come il sole di giorno, e le stelle per offrici un magnifico spettacolo. Sicuro. E dimentichiamo spesso e volentieri di essere atomi infinitesimali per rispettarci e ammirarci a vicenda, e siamo capaci di azzuffarci per un pezzettino di terra o di dolerci di certe cose, che, ove fossimo veramente compenetrati di quello che siamo, dovrebbero parerci miserie incalcolabili."

(@barcaalladeriva)

"Anche la tanto celebrata intelligenza dell'uomo non era altro che un vedere e non vedere, un raccontarsi vane storie più fragili d'un sogno: la giustizia, la legge, Dio, l'Inferno..."

(@barcaalladeriva)

"Ci si ricorda, per esempio, che qui, proprio un anno fa, proprio a quest'ora, in questo momento preciso, su questo medesimo marciapiede, si camminava tristi e solitari come adesso! Ci si ricorda che anche allora i sogni erano tristi e benché prima non fosse meglio di adesso, tuttavia si ha la sensazione che allora fosse più facile, più tranquillo vivere, che non vi fossero questi tetri pensieri a tormentarci; che non vi fossero questi rimorsi cupi, tristi che non danno tregua né notte né giorno. E allora ci si chiede: <<Dove sono i miei sogni?>> e si dice, scuotendo la testa: <<come vola in fretta il tempo!>> E ci si chiede nuovamente <<Che cosa ho fatto dei miei anni? Dove ho sepolto il mio tempo migliore? Ho vissuto o no?>> Si dice a se stessi: <<Guarda! Guarda come il mondo diventa sempre più freddo. Passeranno gli anni e verrà una dolorosa solitudine, verrà la tremula vecchiaia col bastone, l'angoscia e la tristezza. Il mondo della fantasia diventerà sempre più pallido e i sogni appassiranno e moriranno e cadranno come le foglie gialle dagli alberi... Oh, Nasten'ka! Come sarà triste rimanere solo, completamente solo, senza neanche un rimpianto, niente, assolutamente niente... Perchè tutto quello che avrò perduto non esisteva, era una stupida nullità totale, era solo una fantasticheria!"

(@barcaalladeriva)

"E mentre me ne stavo lì a rimuginare su un mondo vecchio e sconosciuto, pensai alla meraviglia di Gatsby quando per la prima volta aveva scorto la luce verde in fondo al pontile di Daisy. Era venuto da lontano fino a questo prato blu, e il suo sogno deve essergli sembrato cosí vicino che non poteva credere di non riuscire ad afferrarlo. Non sapeva che ce l'aveva già alle spalle, da qualche parte nella vasta tenebra oltre la città, dove i campi scuri della repubblica ondeggiavano sotto la notte.
Gatsby credeva nella luce verde, nel futuro orgastico che anno dopo anno si ritira davanti a noi. Allora ci è sfuggito, ma non importa; domani correremo più forte, allungheremo le braccia ancora di più... E un bel mattino...
Cosí navighiamo di bolina, barche contro la corrente, riportati senza posa nel passato."

(@barcaalladeriva)

"Tra le altre cose, scoprirai di non essere stato il primo a sentirti confuso, e spaventato, e perfino disgustato dai comportamenti umani. Non sei affatto solo, in tutto questo, e scoprirlo sarà emozionante e stimolante. Tanti, tanti altri uomini hanno provato lo stesso turbamento morale e spirituale che provi tu ora. Fortunatamente, alcuni di loro hanno messo quei turbamenti per iscritto. Tu imparerai da loro... se lo vorrai. Cosí come un giorno, se avrai qualcosa da offrire, qualcun altro imparerà da te. È un magnifico accordo reciproco. E non è istruzione. È storia. È poesia."

(@barcaalladeriva)

"Cristo, ma le vedevi le strade?/
Anche solo le strade, ce n'era a migliaia, come fate voi laggiù a sceglierne una/
A scegliere una donna/
Una casa, una terra che sia la vostra, un paesaggio da guardare, un modo di morire/
Tutto quel mondo/
Quel mondo addosso che nemmeno sai dove finisce/
E quanto ce n'è/
Non avete mai paura, voi, di finire un mille pezzi solo a pensarla, quell'enormità, solo a pensarla? A viverla.../"